Filmar Gold Anniversary

 

Gennaio 2008

1958-2008. FILMAR festeggia i 50 anni di attività.

Luigi Marzoli, fondatore di Filmar, è uno dei tanti protagonisti della nostra storia che grazie esclusivamente alla propria e forte volontà d’intraprendere hanno dato vita alla piccola e media impresa italiana. Nato a Adro nel 1927, inizia giovanissimo a lavorare come operaio in un’azienda tessile locale, approfondendo l'esperienza pratica con un diploma in tessitura presso l’Istituto tecnico Paleopaca di Bergamo. Si costruisce così un telaio a mano e nel garage di casa inizia a tessere sciarpe di lana l'inverno e salviette di spugna l'estate. Presto l'attività artigianale si consolida con la costruzione di un piccolo capannone in Adro, dove avvia l'attività di contoterzista con telai in comodato d'uso per la ditta Bettoni e poi per la Manifattura Augusta. Nel 1958 costituisce la Filmar S.r.l. con la moglie Nilla Zanardi, con l'obbiettivo di fornire alla fiorente industria locale della calzetteria un filato di cotone lavorato, tinto e pronto all'uso. Fin dagli esordi le scelte di Luigi Marzoli sono chiare e lungimiranti: acquistare il cotone direttamente dall'Egitto, produttore storico del migliore cotone del mondo, e focalizzare l'attività esclusivamente sul finissaggio. Da sempre la missione aziendale è chiara: fornire un filato di qualità eccellente, che sui mercati di calzetteria, maglieria e tessitura non abbia concorrenza. Nel corso degli anni Novanta, Luigi Marzoli passa il timone ai figli Marco ed Enrico, che oggi dirigono con successo la Filmar SpA, rispettivamente come amministratore delegato e direttore commerciale.

Per sancire il traguardo di 50 anni di esperienza, Filmar lancia ZERO e ONE. I due innovativi filati nascono dal connubio del migliore cotone Egitto con la nuova tecnologia di filatura Rieter COM4. ZERO è zero pilling - un filato perfetto, pulito, nitido come mai si è visto prima. ONE è l’evoluzione di Zero, sericamente illuminato da mercerizzazione.

Sempre in occasione dei 50 di attività, Filmar promuove la pubblicazione de La fabbrica del filo nell’ovest Bresciano. Il volume intende testimoniare l’opera sino ad ora compiuta anche grazie all'assiduo lavoro dei tanti collaboratori e dare rilievo storico alla manifattura cotoniera in generale e in particolare nell’Ovest bresciano - Un modo per rendere omaggio a tutte le generazioni del passato e del presente che hanno reso possibile l’elevato standard di vita economica, sociale e culturale del proprio territorio e garantire in tal senso anche il proprio impegno per il futuro.

< back