Cotone Egitto

 

L’Egitto è il principale produttore storico e attuale leader mondiale nella produzione di cotone a fibra lunga e extralunga.

Il cotone long staple include le varietà Giza 86, Giza 89, Giza 90. La buona qualità di questi cotoni annovera caratteristiche simili al Supima americano: lunghezza delle fibre attorno ai 33 mm e micronaire 4,3-4,9. Con questa qualità si possono produrre filati fino al titolo Ne 50/1 e 70/1.

I celebri cotoni extra long staple, di lunghezza superiore ai 33 mm e di qualità ancora più elevata, comprendono le varietà Giza 45, Giza 70, Giza 87 e Giza 88, in grado di generare filati con titoli finissimi e resistenti allo stesso tempo.

La qualità del cotone Egitto 100% è ricercata da Filmar all’origine, nelle tenute agricole a coltura cotoniera Giza 45 e Giza 70, acquisite dall’azienda direttamente in Egitto.

“L’Egitto è il dono del Nilo”, così scriveva Erodoto riferendosi al grande fiume quale fonte inesauribile di fertilità della Terra.
Nel caldo e secco deserto del Sahara, il Nilo crea infatti un’oasi fluviale che gode di straordinarie condizioni climatiche, ideali per la produzione del miglior cotone al mondo. In particolare nel delta del fiume il clima è caratterizzato da variazioni regolari, con precipitazioni invernali minime. I 190 mm medi annui di pioggia cadono da ottobre ad aprile e si concentrano in pochi giorni di precipitazioni molto abbondanti. L'umidità relativa dell'aria è piuttosto alta (60-70%), grazie alle brezze umide provenienti dal Mediterraneo e dai bacini salmastri. Le escursioni quotidiane e annuali delle temperature sono basse e neppure d'inverno si verificano bruschi sbalzi di temperatura, ancora grazie ai venti miti provenienti dal mare.

Il cotone viene piantato a fine marzo, quando il clima è leggermente più fresco - condizione favorevole alla crescita dei rami più bassi sulle giovani piante, dove i fiocchi di cotone potranno maturare all’ombra delle foglie soprastanti, protetti dal calore diretto del sole. In luglio e agosto, quando il clima caldo-temperato è molto stabile, si originano le fibre di cotone più uniformi e regolari.
A settembre il cotone è raccolto esclusivamente a mano in cinque successive fasi, in modo da prelevare ad ogni passaggio solo i fiocchi al giusto grado di maturazione. La cura delle coltivazioni e la raccolta manuale evitano l’utilizzo di defolianti e altri prodotti chimici, normalmente utilizzati nella raccolta meccanizzata.
Materie prime così preziose presentano purtroppo il problema dell’inquinamento dei fiocchi di cotone con fibre estranee. Sono quindi l’abilità del filatore, il suo know-how e le tecnologie utilizzate nell’intero ciclo di lavorazione, a eliminare i residui inquinanti e a produrre la differenza qualitativa sul filato ottenuto. Così Filmar applica da oltre 50 anni ricerca e passione alla nobilitazione di questa antica, basica e straordinaria materia prima.

Giza45 e Giza70

 

Extra long staple

Simile in qualità al Giza 70, il Giza 45 è il migliore dei cotoni Extra Long Staple, la “regina” tra le specie di cotone egiziane. Nel 1820 Mohammed Alì Pascià, fondatore dell’Egitto moderno, impianta per la prima volta in Egitto i semi di cotone Sea Island e brasiliani, entusiasta delle stoffe prodotte oltreoceano da queste varietà di fibre.

Il cotone più pregiato al mondo nasce così in Egitto, dal connubio tra i semi migliori al mondo e le ineguagliabili condizioni climatiche di questo Paese. Le piante di Giza 45 sono coltivate esclusivamente in una piccola area ad est del delta del grande fiume e rappresentano lo 0,4% del totale della produzione annua egiziana di cotone.

Le sue lunghe fibre (oltre 36 mm) sono anche estremamente sottili (2,95 micronaire) e con un elevato indice di uniformità della sezione (88,5%). Nonostante la sua finezza, la resistenza del Giza 45 è comunque molto elevata, pari mediamente a 44,30 grammi/tex. Per resistenza, pulizia e regolarità il Giza45 vanta quindi caratteristiche uniche di eccellenza. Un cotone ideale per la produzione di filati e tessuti finissimi e resistenti, con una mano straordinariamente soffice e setosa.

Per approfondimenti: http://it.wikipedia.org/wiki/Giza_45

Giza 45 - Giza70

Karnak Menoufi

 

Superior quality egyptian cotton

Questo antico cotone egiziano, straordinariamente bello e raro in natura, è una varietà autoctona della zona costiera compresa fra i laghi Burullus e Manzala.
È nel delta del Nilo, emblema della fertilità, che è nato questo cotone scuro che pare quasi estratto dal fango e imbevuto della prodigiosa essenza del limo.
Non è questo un periodico dono della natura, bensì un raccolto e un evento eccezionale che si verifica solo in favorevoli congiunture agroclimatiche: su terreni dalle singolari caratteristiche bio-chimiche e con dosate esposizioni al sole e alle brezze salmastre dei laghi e del vicino mare.

Era ormai da decenni che nessun produttore di cotone riusciva a coltivare questa essenza. Quello che si considerava ormai un tesoro botanico perduto e la massima espressione filatoria d’altri tempi, ha invece oggi trovato nuova vita. Filmar ha avuto la fortuna di trovare una piccola quantità di vero Karnak-Menoufi - ma forse è stata proprio la natura a premiare tanta dedizione e passione dimostrata negli anni a questa materia prima e alla sua antica terra d’origine, l’Egitto.

Filmar presenta oggi, orgogliosamente, questo prodotto straordinario, dalle caratteristiche filatorie uniche, introvabili in altri siti del pianeta. La sua fibra naturale di color crema possiede un tiglio lungo che lo rende filabile in gamme di titolo ultrasottile. Lavorata con esperienza, dona filati dalla resistenza ineguagliabile, mani soffici e duttilità assoluta. La mercerizzazione ne esalta la lucentezza naturale, con riflessi perlati e iridescenti. L’eccellenza della lavorazione e della successiva manifattura ne farà capi unici e irripetibili, per veri estimatori della qualità tessile.

Karnak Menoufi